Cultura

Basilica Eufrasiana: un mosaico di storie mai raccontate

Nella silenziosa quiete di una delle testimonianze architettoniche istriane più conosciute, scoprite mosaici d’incredibile bellezza e misteri millenari.

Parenzo, assieme a Pola, è stato la prima colonia romana in Istria. Nel centro storico, osserva ancora oggi l'antica disposizione delle strade e alcuni resti romani, ed è conosciuto in tutto il mondo grazie alla sua basilica risalente al VI secolo.

porec bazilikaLa basilica Eufrasiana è uno degli edifici paleocristiani giunti a noi meglio conservati, rientrando tra i monumenti storici più significativi al mondo, motivo per cui nel 1997 è stata inserita nel patrimonio culturale tutelato dall'UNESCO.

La visione eufrasiana
Giunto a Parenzo, a quei tempi denominata Parentium, il Vescovo Eufrasio non riesce in alcun modo ad accettare la modestia della chiesa allora esistente e nemmeno la letargia della piccola città di provincia. Ispirato dall'arte bizantina, Eufrasio decide di far costruire una basilica per la quale verrà ricordato.

Se osservate attentamente la basilica Eufrasiana, scoprirete molte tracce che riportano al vescovo che la fece edificare. Le sue iniziali si trovano in numerosi luoghi di rilievo, mentre la sua figura trova collocazione tra i santi raffigurati nel mosaico. Come mai?

Eufrasio non è un narcisista, ma attraverso la presenza della sua figura vuole evidenziare il suo rapporto con il Papa che lo aveva proclamato traditore. Il ribelle Eufrasio fa allora costruire un edificio imponente dal valore duraturo, in modo da caratterizzare in modo significativo la piccola Parentium, l'attuale Parenzo.

bazilikaScoprite mosaici spettacolari
Il più grande tesoro della basilica Eufrasiana è costituito dai meravigliosi mosaici che ne decorano l'abside. Questi capolavori artistici realizzati con pietruzze colorate prima del XV secolo mantengono fino ad oggi tutto il loro splendore e freschezza.

Alzate lo sguardo e osservate al centro della composizione la Madonna con Bambino sul trono. Sono attorniati dagli arcangeli e da San Mauro, santo protettore di Parenzo.
La Madonna indossa la toga bizantina, con il viso parzialmente coperto da un velo chiamato maforion. Il velo simboleggia la verginità ed è stato preso in prestito probabilmente dall'arte siriana.

Nella parte interna dell'arco trionfale i mosaici raffigurano i santi e Cristo, rappresentato come agnello, mentre sopra l'arco trionfale sono rappresentati Cristo Pantocratore e i 12 apostoli.

Avvicinatevi al ciborio, il baldacchino in pietra sotto al quale si trova l'altare. Alzate lo sguardo e date un'occhiata al cielo stellato composto da pietruzze blu e d'oro.
Mentre osservate questi famosi mosaici, abbandonatevi alle preghiere nel silenzio rasserenante della spaziosa basilica che vi sembrerà custodire l’universo intero.

porec bazilikaVisitate la basilica Eufrasiana
Potete visitare l'interno della basilica tutti i giorni. Il complesso è sempre aperto, tranne alla domenica e nei giorni festivi. Salite sul campanile della basilica da cui potrete ammirare la grandiosa vista su Parenzo e dintorni.

L'ingresso costa 40 Kn, mentre per i bimbi di età prescolare è gratuito. Gli studenti pagano 20 Kn. Un'opportunità da non perdere per le visite di gruppo - se comprate 9 biglietti d'ingresso, il decimo è gratuito.

Orario d'apertura:
I* - II: 09:00 - 16:00, sabati chiuso
III: 09:00 - 16:00, sabati: 09:00 - 14:00
IV - VI: 09:00 - 18:00
VII - VIII: 09:00 - 21:00
IX - X**: 09:00 - 18:00
XI - XII*: 09:00 - 16:00, sabati: 09:00 - 14:00

*Durante le vacanze di Natale (26.12 – 06.01) l'orario di apertura è dalle 09:00 alle 17:00, incluso il sabato.
**L'ultima settimana di ottobre il complesso chiude alle 16:00 in concomitanza con l'ora legale invernale.

Mostra