Immersioni

Relitti: Giuseppe Dezza (6)


Il cacciamine italiano fu costruito nel 1913 e affondato nel 1944. Fino al 1929 portava il nome di „Pilade Bronzetti“. Fu affondato da un aereo inglese che lo scorse durante un volo di ricognizione. La torpedine spezzò la nave a metà e quindi la prua e la poppa si trovano a una cinquantina di metri di distanza. La parte più interessante per i sommozzatori è la poppa. Giuseppe Dezza giace sul fondale marino, in posizione regolare, con ben visibile il cannone di poppa e l'equipaggiamento militare conservato, fermo in un tempo perduto.

Profondità del mare: 33 m
Profondità massima: 37 m
Profondità minima: 32 m
Lunghezza: 40/25 m
Larghezza: 7,5 m

» Mappa dei relitti navali

Mostra