Top news

Share Istria: Nel segno delle Millenials e della Generation Z

BrioniLe ragazze Millenials e della Generation Z, le star dei social media Veronica Bielik e Shirin Al Athrus, hanno iniziato la nuova settimana della campagna di marketing Share Istria, che viene realizzata a maggio e giugno dall'Ente per il turismo dell'Istria. Dopo la visita dell'americano Scott Eddy e dell'ungherese Mikhail Tenazas, i primi dei 16 influencer a livello mondiale, blogger e autori nel settore dei viaggi, anche le due giovani influencer seguite da diversi milioni di giovani provenienti da diverse parti del mondo, hanno seguito l'itinerario istriano.

Al Athrus dopo l'arrivo in Croazia con il volo della Turkish Airlines è stata ospite presso l'albergo Melia Coral presentando l'Istria ai suoi follower e ricevendo subito più di centomila „Mi piace“. Dopo aver pranzato al ristorante Toni di Zambrattia, si è recata verso il sud della penisola visitando il Parco Nazionale Brioni e l'Anfiteatro di Pola. Nel suo post con più di cinquantamila „Mi piace“, ha fatto conoscere alla generazione Z la bellezza delle Brioni come una gemma nascosta della Croazia. Numerose Instagram Stories e molteplici foto, le ha dedicate all'Arena di Pola condividendole con i suoi coetanei di culture lontane e diverse. Ha anche visitato uno dei migliori produttori d'olio d'oliva Chiavalon ed anche la Prodan Tartufi, dove ha scoperto la tradizione della caccia al tartufo. Dall'albergo Aminess di Cittanova, si è spostata a Rovigno. In un video con oltre 70.000 visualizzazioni ha trasmesso parte della vita quotidiana dal centro storico della città, descritto come il luogo più romantico della penisola. Nei ristoranti Adriatic, Blue e Stari Podrum ha provato i ravioli fatti in casa, pljukanci (pasta tipica) e pesce, mentre nel nord-ovest dell'Istria ha visitato Grisignana, Momiano, Umago e Cittanova. Prima del ritorno ha condiviso con i followers la foto di Rovigno, come dice lei, la sua location preferita in Istria.


Photo credit: Instagram / @shireeenz

Bielik ha iniziato la sua avventura istriana con il pranzo da Toni a Zambrattia dove, come lo ha registrato su Instagram, è rimasta stupita dall'olio d'oliva locale Olio di Bušća e dalla biska (grappa di vischio). La sua foto dal lungomare di Cittanova ha raccolto oltre centomila „Mi piace“ e oltre mille commenti in tempo record. Un risultato simile l'ha ottenuto anche il post dall'albergo Rivalmare. Con gli Instagram Stories ha evidenziato la visita alla basilica Eufrasiana a Parenzo e il pranzo nel ristorante Divino. Un numero maggiore di Instagram Stories è stato creato durante il soggiorno a Buzet, dove è stata particolarmente colpita dalla caccia al tartufo con l'aiuto di Karlic tartufi, così come dalle loro grappe. Se analizziamo i commenti che seguivano il post con le salsicce fatte in casa e il formaggio, la colazione istriana è stuzzicante anche per i giovani viaggiatori. La splendida fotografia della pittoresca cittadina di Hum ha ricevuto più di centomila „Mi piace“. Nonostante il maltempo, Bielik ha visitato Grisignana, l'Anfiteatro di Pola, la Casa dei difensori croati, il ristorante Ribarska koliba e la città di Parenzo, quest'ultima l'ha stupita con le sue incantevoli stradine. Rovigno viene elogiata per la costa e il mare limpido, mentre con il post da Montona l'Istria viene paragonata alla Toscana. Dopo aver gustato le delizie nei ristoranti Lanterna e Puntulina ed aver visitato il bar Valentino Champagne & Coctail, Bielik ha provato l'avventura ricchissima di adrenalina con la zip-line sopra la grotta di Pazin: quest'immagine ha raccolto più di ottantamila „Mi piace“. Prima di lasciare l'Istria, Bielik ha visitato anche il nuovo albergo Roxanich che non l'ha lasciata indifferente grazie all'offerta di vini e la posizione attraente.


Photo credit: Instagram / @veronicabielik

Il fatto che i giovani viaggiatori-esploratori, influencer a livello mondiale trovino facilmente luoghi ed eventi interessanti in Istria, esperienze che li ispirano e il cibo adatto ai loro gusti, parla della ricchezza, dell'autenticità e dell'offerta variegata della nostra destinazione, dietro le quali si trova l'impegno di tutti gli interessati ed anche l'adeguamento costante dei prodotti turistici, dicono nell'Ente per il turismo dell'Istria.

L'itinerario per gli influecer viene realizzato dall'Ente per il turismo dell'Istria e adeguato a ciascun viaggiatore. Include la scoperta dell'offerta gastronomica, dei vini e oli d'oliva, le tradizioni interessanti come la caccia al tartufo, visite a luoghi pittoreschi come Grisignana e Montona e tante altre attrazioni ed esperienze in tutta la penisola.

Mostra